Recensione- A fior di pelle di Sophie Jackson

“Cercami nei miei silenzi,fruga tra le mie ferite,sono qui accanto a te ,e con te voglio perdermi”

image

Cover originale

image

Titolo: A fior di pelle
Autore: Sophie Jackson
Casa editrice: Fabbri editori
Pagine: 464
Prezzo: € 15,90
Pubblicato: 11Giugno 2015

Pubblicato per la prima volta su Fanfiction.net, dove è stato scaricato ben 4 milioni di volte, arriva finalmente in libreria a giugno, in contemporanea mondiale, il primo capitolo della trilogia più attesa dell’anno.

La serie A Pound of Flesh è composta da: 1. A Pound of Flesh (A fior di pelle) 1.5 Love and Always 2. An Ounce of Hope

L’Autrice
SOPHIE JACKSON, insegnante di liceo inglese, mai avrebbe pensato di diventare una star internazionale. Ha iniziato a scrivere per gioco, pubblicando A fior di pelle su un sito di fanfiction di “Twilight”, fino a che è stata travolta dalle richieste delle lettrici prima e dalle offerte degli editori poi.

Trama:
Dopo aver assistito all’omicidio di suo padre quando era solo una bambina, Kat da anni sogna il misterioso ragazzo che l’ha salvata dal fare la stessa fine. Ora, a 24 anni, Kat insegna letteratura inglese in carcere, per onorare la memoria del padre, un sognatore prestato alla politica. In carcere, i demoni di Kat sembrano risvegliarsi, soprattutto quando incontra Wes, un detenuto problematico, pericoloso almeno quanto affascinante e carismatico. Tra loro cominciano presto a esserci scintille, soprattutto quando Wes riconosce in Kat la bambina che ha salvato tanti anni prima…

Recensione:
A fior di pelle è il primo libro di una trilogia romance, A pound of flesh, scritta da Sophie Jackson.
Questo libro ci parla della storia tra Kat e Wes. La prima parte del libro e’ ambientata principalmente all’interno per penitenziario di Staten Island,luogo in cui i protagonisti si incontrano,un luogo devo dire nuovo,mai letto in nessun altro libro quindi questa cosa mi e’ piaciuta. Wes Carter ha 27 anni ed e’ detenuto per possesso di droga,ma anche altri diversi reati di furto d’auto e altre detenzioni di armi. Wes e’ alle prese con giudici,avvocati e psicologi fin da quando era un bambino,non amato molto “in famiglia” gli ha reso le cose ancora più difficili. Per uscire prima dal carcere Carter deve frequentare uno dei corsi previsti all’interno della struttura,amante della letteratura entra a far parte del corso di Kat Lane. Kat e’ una ragazza di 24 anni,insegnante di letteratura,ella e’ tormentata dagli incubi del passato anche se ci appare una ragazza molto determinata e testarda.(Mi sono trovata tantissimo in lei,testarda come me e tende a non dare mai soddisfazioni a nessuno). Ella ama insegnare ma lo fa anche perché ha fatto una promessa al padre quando era bambina.
Entrambi i protagonisti sono attratti l’un dall’altro anche se all’inizio non lo danno a vedere. Di Carter ho amato il suo lato dolce come anche quello più forte perché nonostante non lo da a vedere e’ molto dolce. Di Ket ho apprezzato tantissimo la sua testardaggine per essere andata oltre ai giudizi delle persone e anche contro le persone di cui vuole bene ovvero gli amici e la mamma.
In realtà poi,Kat e Was non si sono conosciuti per la PRIMA volta nel corso di letteratura ma ben 16 anni prima.  Beh non sto qui a dirvi il perché di questa cosa altrimenti vi ho già detto tutto del libro.
Lo stile dell’autrice e’ molto semplice e scorrevole,nonostante a volte vengono narrate troppe scene “erotiche” che secondo me a volte potevano essere traslasciate o almeno più sintetiche mi e’ piaciuto come libro. La storia di Kat e Es ci insegna che il vero amore non e’ perfetto e non e’ facile ma che a volte bisogna scendere a compromessi,a volte bisogna prendere e altre volte dare.
Che dire a me in linea di massa questo libro e’ piaciuto molto,attraverso questo libro conosciamo anche altre persone come Max,il migliore amico di Was di cui se non sbaglio il secondo libro egli sarà il protagonista.
Lo consiglio!

Voto : 7 1/2-10

-leletterefannomiracoli

Annunci

4 pensieri su “Recensione- A fior di pelle di Sophie Jackson

  1. salottodeilibri ha detto:

    Bella l’idea di ambientare la storia in un penitenziario, nemmeno io l’ho mai letta da nessuna parte e sicuramente è un punto a favore del libro! Mi hai incuriosita molto con la tua recensione, già volevo leggere questo libro, ora ne sono pienamente convinta! 🙂

    Liked by 1 persona

    • Comenonsentirsisoli ha detto:

      Non tutto il libro e’ ambientato in un penitenziario ma diciamo i primi 10capitoli piu’ o meno. Pero’ e’ li che i due protagonisti si incontrano e si conoscono. Mi fa piacere che ti sia piaciuta,poi leggerò senz’altro anche il tuo parere a riguardo di questo libro..

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...