Recensione- Appartenersi di Karim Miské

Buon pomeriggio lettori,
Oggi voglio parlarvi di un bellissimo libro,quindi state bene attenti 🙂
Buona lettura!

image

Autore: Karim Miské
Titolo: Appartenersi
Pagine: 96
Codice isbn: 9788876258794
Prezzo in libreria: € 15 Data
Pubblicazione: 28-04-2016

TRAMA
Appartenersi narra una storia universale e, oggi più che mai, necessaria. È il grido liberatorio dell’autore, Karim Miské: nato da padre mauritano, diplomatico e musulmano, e da madre francese, assistente sociale, professoressa, atea e femminista, per tutti è sempre stato «quel tipo bizzarro, con la faccia da arabo e i modi da bianco». Rimbalzato senza tregua da un’identità all’altra, sin da bambino cerca una categoria alla quale appartenere, finendo per non accettarne nessuna. Il suo specchio gli rimanderà sempre l’immagine di un bastardo, un emarginato, un intruso. Perduto tra mondi diversi – arabo, bianco, cristiano, ateo, musulmano, nero, comunista – e tra svariati paesi – la Francia, la Mauritania e anche l’Albania di Enver Hoxha –, Miské è «il granello di sabbia nell’ingranaggio dell’identità», perennemente in lotta con il riflesso più difficile da evitare, lo sguardo degli altri. E se all’inizio c’era la vergogna, ora c’è la rabbia, ma anche la solitudine. E l’eterna domanda: chi sono io? In cerca di risposte, l’autore racconta di un percorso atipico, di una ferita ancora viva, di toccanti ricordi d’infanzia e di come, col tempo, è riuscito a costruirsi una nave che lo aiuta ad attraversare la vita: la letteratura, unico antidoto e unico punto fermo in questa interessante riflessione sul tema dell’identità che è insieme saggio, memori, testimonianza, ma soprattutto un’attualissima radiografia della complessità del mondo.

COSA DICONO DEL LIBRO

«È nato un autore. Ed è una buona notizia. Quando si metterà a correre, non sarà facile raggiungerlo».
«L’Express»

«Un’appassionante inchiesta che l’autore ci invita a seguire con maestria. Sospetto, vittima e inquisitore in un’unica persona: Karim Miské stesso».
«l’Humanité»

«Un libro da spiaggia? Meglio: un granello di sabbia nell’ingranaggio dell’identità».
«Le Canard Enchaîné»

RECENSIONE
Appartenersi è un libro davvero molto forte;un libro che in poche pagine ti lascia molto. Non ho mai letto niente di quest’autore ma leggendo e informandomi su internet ho letto che questo qui,è il secondo libro che scrive. Esso racconta la storia di Karim Miské,l’autore stesso,nato da padre mauritano,diplomatico e musulmano e da made francese,assistente sociale,professoressa,ate e femminilista. L’autore in questo libro narra la sua difficoltà di catalogarsi nel mondo,perché egli si sente e allo stesso tempo non  si sente rappresentato da nessuna delle due parti. Egli quindi sente di non APPARTENERE a niente,ma allo stesso tempo egli cerca la sua strada,la sua identità  Da tutti viene sempre visto diverso,e viene sempre incitato a scegliere la sua strada. Ma lui non riesce mai a sentirsi Francese come la madre oppure Musulmano come il padre.
Vengono raccontati vari episodi della sua vita,sopratutto quelli dell’infanzia. L’autore come molti autori italiani,tra cui Alfieri,Foscolo,trova la sua “pace” nella scrittura,nella letteratura e inizia così a scrivere..

Questo piccolo libricino é davvero un piccolo gioiello,ho amato il modo di scrivere dell’autore. Delicato ed elegante. Il libro non è costituito da capitoli ma da piccoli paragrafi.
Che dire consiglio vivamente questo libro,perché a me è piaciuto davvero tanto.

Ringrazio la Casa Editrice Fazi Editore per avermi dato la possibilità di leggerlo in anteprima.
A presto
Maria

Scritto con WordPress per Android

Annunci

Un pensiero su “Recensione- Appartenersi di Karim Miské

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...