RECENSIONE- L’importante è che la morte ci trovi vivi di Dario Bellini Tamburro

BUONGIORNO LETTORI,
Come state? Spero bene. Stamattina voglio parlarvi di un libro molto molto carino,che mi ha tenuto compagnia in questi giorni è che vi consiglio vivamente.

image

Titolo : L’importante è che la morte ci trovi vivi
Autore : Dario Bellini Tamburro
Casa editrice: Intrecci edizioni
Pagine : 224
Prezzo : 15,00

TRAMA

Domenico Morganti è un ricco e noto imprenditore arrivato alla soglia dei 78 anni. Alle spalle, un’esistenza fatta di discreti successi in ambito professionale e di miseri e soffocati fallimenti nella vita privata. Davanti, l’inevitabilità della morte che scopre sempre più vicina. L’incapacità e la paura di accettarla spingono Domenico in una serie di circostanze che sfiorano, via via, i limiti del reale. Dall’incontro con il papa, passando attraverso un goffo tentativo di suicidio-omicidio, finisce per mettersi alla ricerca dell’immortalità. Sollecitato dalla ricezione di misteriose lettere scritte da un altrettanto misterioso mittente, intraprende un viaggio assurdo – tra sogno e realtà – nella convinzione di poter davvero accedere alla vita eterna, anche correndo il rischio di doverne poi pagare un caro prezzo. Si imbatte, così, in situazioni surreali e in personaggi sinistri e indefiniti incontra persino un surrogato di Maria de Filippi. Fino a un punto di non ritorno: la consapevolezza del nulla di cui si è limitato a circondarsi durante un’esistenza in cui è stato in grado di potersi comprare qualsiasi cosa. Tranne la vita.

RECENSIONE
Domenico Morganti è il protagonista di questo libro. Egli è un ricco imprenditore quindi vive nella comodità più assoluta,ha 78 anni e data l’età non fa altro che pensare alla sua :MORTE. Egli come ogni persona,almeno me,ha paura di morire,di lasciare la vita,perché pensa di non aver vissuto abbastanza,di non aver fatto tutto… Egli trascorre i suoi giorni in ansia,pensando che il momento tanto atteso sia arrivato,inizia a fantasticare su come avverrà.. Un giorno gli viene diagnosticato un tumore e da quel giorno la sua paura inizia a diventare ancora più grande,egli inizia a “non vivere più”…  Allora cerca di trovare una soluzione alla morte.. ma esisterà una soluzione?
Andrà alla ricerca dell’immortalità.. ma la troverà? Esiste?

Questo libro mi è piaciuto davvero tanto,mi ha fatto trascorrere delle bellissime ore. Durante la lettura del libro non volevo più posarlo e leggerlo leggerlo leggerlo,ma al tempo stesso volevo anche fermarmi perché non volevo terminarlo subito,perché sapevo che alla fine del libro Domenico mi sarebbe mancato.. Lo so una sensazione un po’ strana..Ma è stato così
. Mi sono affezionata tantissimo al protagonista,quasi come se fosse mio nonno,e mi sono chiesta se esistesse veramente,ma so che,da oggi in poi,Domenico esiste dentro me!
Domenico mi ha fatto fantasticare,mi ha fatto pensare molto… L’autore è stato bravissimo,ha trattato un tema così importante in un modo molto semplice. Spesso quando si legge un libro il finale ci piace molto di più dell’inizio,a me invece,in questo caso,è piaciuto molto di più l’inizio del libro,ho amato la prima parte.
Penso che questo qui sia un libro che tutti dovrebbero leggere,un libro molto significativo e speciale..
Rimarrà sempre qui –> ♡

Grazie alla Casa Editrice per avermi dato la possibilità di leggerlo.

A presto
Maria

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...